Home page

 
 
Seguici su
 
Home
Chi siamo
Costituzione Europea
Costituzione Italiana
Curiosità
Detti letti
Educazione alimentare
Esopo
Euro
Fedro
Formula 1
Frasi celebri
Giochi di carte
Lingue
Matematica
Modi di dire  
Musica
Promessi Sposi
Proverbi
Pulire senza fatica
Sondaggio
Sicurezza in casa
Totò disse e...scrisse
Trucchi per videogames e non...
Link

 

Quattro piloni

 

Si gioca con un mazzo di 32 carte. Togliere dal mazzo normale tutti i 2 e fino ai 6 compresi. Si estraggono poi dal mazzo, dopo averlo mescolato e tagliato, le prime due carte insieme, che si dispongono sul tavolo in modo che solo la seconda sia visibile. Se questo è però un asso, lo si toglie e lo si mette in disparte: sarà la prima carta del suo seme.

Si continuano ad estrarre le carte a due a due, togliendo sempre la seconda carta quando sia un asso o una carta che può trovare posto nel proprio seme.

Se per esempio il   re di cuori è già stato collocato sull’asso di cuori, si potrà togliere la regina di cuori mentre il fante non potrebbe essere utilizzato.

 Le carte non utilizzate formano lo scarto, scoperte e nell’ordine in cui si sono presentate Esaurito il mazzetto iniziale, si ricorre allo scarto e si riprende a prelevare le carte a due a due senza mescolare.

Così, a poco a poco si ricostituiscono le quattro sequenze picche, cuori, quadri e fiori.

Il gioco riesce se riprendendo dodici volte al massimo le carte non utilizzate, si arriva a ricostruire a partire da ogni asso e, naturalmente in ordine decrescente, l’intera sequenza.

 

Se volete contattarci cliccate qui

(Se qualcosa fosse protetta da copyright segnalatecelo e noi provvederemo ad eliminarlo)