Home page

 
 
Seguici su
 
Home
Chi siamo
Costituzione Europea
Costituzione Italiana
Curiosità
Detti letti
Educazione alimentare
Esopo
Euro
Fedro
Formula 1
Frasi celebri
Giochi di carte
Lingue
Matematica
Modi di dire  
Musica
Promessi Sposi
Proverbi
Pulire senza fatica
Sondaggio
Sicurezza in casa
Totò disse e...scrisse
Trucchi per videogames e non...
Link

 

La storia di Babbo Natale


 


 

La leggenda vuole che Babbo Natale sia in origine un vescovo turco del IV secolo dopo Cristo di nome Nicola. Egli era nato in una famiglia molto ricca, ma aveva scelto di dedicare a Dio la sua vita e di regalare le sue ricchezze agli uomini. Aveva una lunga barba bianca, ed era sempre vestito di rosso, di lui si ricordano tanti atti generosi: in particolare la leggenda narra di come un nobile caduto in povertà si andò a lamentare da Nicola per il destino delle sue tre figlie: senza una dote non avrebbero mai potuto sposarsi e sarebbero rimaste sole. Il vescovo Nicola si commosse e quella stessa notte gettò nella casa delle tre fanciulle un sacco di monete d'oro. Così fece anche la seconda notte, ma la terza, la finestra attraverso la quale aveva lanciato i sacchi, era chiusa. Il vescovo Nicola non si perse d'animo, si arrampicò sul tetto e gettò il terzo sacco giù dal camino. Dopo la sua morte il vescovo Nicola fu fatto Santo e festeggiato ufficialmente dalla Chiesa cattolica il 6 dicembre. Nel 1087, le reliquie del santo, conservate nella città turca di Myra, furono portate a Bari, dove sono custodite ancora oggi e San Nicola divenne il protettore della città. Da qui, le reliquie raggiungono varie parti d'Europa (Venezia, la Lorena in Francia, i Paesi Bassi) contribuendo a diffondere il culto in tutta Europa. Il Santo viene celebrato soprattutto in Nord Europa ogni anno il 6 dicembre in quell'occasione vengono fatti dei doni ai bambini. La leggenda del vescovo con mitra e vestito rosso, con la barba e che porta i doni ai bambini gettandoli dai camini, era così bella che cominciò a diffondersi in Europa.

I coloni olandesi esportano la festività di San Nicola a Nuova Amsterdam (la futura New York) fondata nel 1625 sull'isola di Manhattan. Negli anni trenta la Coca Cola operò una grande operazione di marketing; l'azienda scelse Santa Claus come protagonista per la sua campagna pubblicitaria natalizia. L'incarico di ricreare il personaggio venne affidato a Haddon Sundblom, uno degli illustratori più famosi dell'epoca, che nel 1931 disegnò la famosa immagine di Babbo Natale prendendo come modello il suo vicino di casa e rifacendosi allo scrittore Clement C. Moore, che nel 1823 scrisse il racconto "Una visita di San Nicola", in cui lo descrive come "un vecchio elfo paffuto e grassottello". Nasce così il Babbo Natale che conosciamo: paffuto, rosso in volto, barba bianca e vestito di rosso. Il look non tarda ad imporsi anche all'estero ed entra subito nell'immaginario collettivo un po' in tutti i Paesi del mondo.

In ogni Paese Sanctus Nicolaus (come si chiamava in latino) ha preso molti nomi: in Olanda lo chiamarono Sinter Klass: quando gli emigranti olandesi sbarcarono negli Stati Uniti fondando Nuova Amsterdam (New York), portarono con sé anche il ricordo di Sinter Klass, che in americano divenne Santa Claus.

Nel mondo si chiama...

Papai Noel Brasile
Kriss Kringle Canada
Joulupukki Finlandia
Père Noel Francia
Sankt Nikolaus Germania
Santa, Santa Claus, Saint Nicholas Inghilterra, Stati Uniti e altri Paesi

Kaledu Senelis

Lituania
Julenisse Norvegia
Father Christmas Nuova Zelanda
Sinter Klass, De Kerstman Olanda
Jultomten

Svezia

 

 

 

Dove si trova Babbo Natale?

Di chi era la precedenza??L'unico, originale villaggio di Babbo Natale è il Santa Claus Village che si trova in Finlandia, a otto chilometri dalla città di Rovaniemi. Babbo Natale trascorre tutto l'anno ad aprire sacchi di posta in arrivo da 150 Paesi del mondo in particolare da Gran Bretagna, Polonia e Giappone. Durante la stagione invernale Babbo Natale riceve circa 100 lettere al giorno: contengono i sogni e i desideri di centinaia di migliaia di bambini a cui lui risponde sempre. Meglio ancora, per chi ne ha la possibilità, incontrarlo di persona sia d'inverno che in estate. Vi potete sedere sulla sua sedia davanti al camino acceso, ascoltando canzoncine di Natale. Divertimento assicurato nel Santa Park, in cui si può frequentare la scuola degli elfi e imparare a costruire i regali, fare merenda al Santa-cafè, visitare la galleria di sculture in ghiaccio, scendere in un tunnel a bordo di una slitta...

L'indirizzo del villaggio di Babbo Natale è:

Santa Claus’ Main Post Office
Santa’s Workshop Village
Tähtikuja 1, Rovaniemi
96930 ARCTIC CIRCLE

 

Collegandosi al sito www.santaclauslive.com è possibile vedere in diretta, attraverso due webcam, l'esterno della casa e, nel periodo natalizio, l'interno dell'ufficio con Babbo Natale al lavoro.

 

 

 

Se volete contattarci cliccate qui

(Se qualcosa fosse protetta da copyright segnalatecelo e noi provvederemo ad eliminarlo)