Home page

 
 
Seguici su
 
Home
Chi siamo
Costituzione Europea
Costituzione Italiana
Curiosità
Detti letti
Educazione alimentare
Esopo
Euro
Fedro
Formula 1
Frasi celebri
Giochi di carte
Lingue
Matematica
Modi di dire  
Musica
Promessi Sposi
Proverbi
Pulire senza fatica
Sondaggio
Sicurezza in casa
Totò disse e...scrisse
Trucchi per videogames e non...
Link

 

Storia dell'Euro

Storia dell'Euro Le banconote Le monete

Ripercorriamo la storia dell'euro attraverso le date più significative del passato e quelle future.

 

Nel corso della storia dell'Europa più volte si sono visti tentativi di unificazione continentale.

Il primo, e il più riuscito, è costituito dall’impero romano, che al momento della sua massima espansione includeva, oltre al bacino del Mediterraneo, anche le attuali Francia, Inghilterra e i lembi occidentali e meridionali della Germania. Da un punto di vista geo-politico, la conquista della Gallia da parte di Cesare rappresentò il primo spostamento dell’asse della storia dal Mediterraneo all’Europa continentale.

Dopo il crollo dell’impero sotto i colpi dei barbari, si dovrà attendere la notte di Natale dell’800, con l’incoronazione di Carlo Magno come sovrano del Sacro Romano Impero, per vedere ricostituita l’unità politica d’Europa. Per l’inclusione della Germania si ebbe un significativo spostamento rispetto alla latinità. L’impero carolingio è, in un certo senso, il precedente diretto dell’attuale Unione Europea, un’entità franco-tedesca, con una propaggine italica.

Dallo sfaldamento dell’impero carolingio avranno origine gli embrioni degli Stati nazionali europei. Ed è solo nel XVI secolo che si assiste a una parziale, quanto effimera, riunificazione sotto un solo scettro: quello di Carlo V, che eredita i possedimenti asburgici, la corona imperiale tedesca, il regno spagnolo con i suoi domini italiani. In pratica, resta solo la Francia a contrastare questa egemonia che tuttavia, finirà col suo protagonista. Ma è proprio dalla Francia che parte il successivo sogno di unificazione europea: quello napoleonico. Un’impresa condotta sotto le bandiere dei diritti dell’uomo e del codice civile, ma imposta a colpi di baionetta. E l’Europa napoleonica, al suo apogeo, non è molto dissimile dall’attuale Unione monetaria: ne restano fuori, ostili, Russia e Inghilterra, che alla fine riusciranno a demolirla. Il ventesimo secolo vede il suicidio collettivo dell’Europa, devastata da due guerre fratricide. Ma è da quelle ceneri che nasce, nel 1957, il Trattato di Roma che istituisce il Mercato comune, cellula originaria dell’Unione Europea.

 

I passi compiuti dalla nascita dell'Euro...

7 febbraio 1992 Nella cittadina olandese di Maastricht viene firmato il cosiddetto Trattato di Maastricht. Vengono fissati i parametri che ciascuno stato deve rispettare per poter aderire all'Euro. 

15 dicembre 1995 Il Consiglio Europeo di Madrid sceglie il nome della moneta unica: Euro. Gli Stati membri fissano il calendario con le varie tappe per l'adozione definitiva della nuova moneta che sostituirà le monete nazionali. 

Gennaio 1996 L'Unione Europea stabilisce il taglio, il formato e il colore delle banconote. 

Aprile 1996 Viene definita la suddivisione e le caratteristiche dei centesimi di Euro. 

Maggio 1998 Nasce la Banca centrale europea (Bce) con sede a Francoforte. Sulla base dei criteri di convergenza e in base ai risultati economici del 1997 si fissa  la lista dei Paesi che adotteranno l'Euro nella prima fase.

Settembre-Dicembre 1998 Scelta definitiva per banconote e monete. Inizia la stampa delle banconote e il conio delle monete. La Zecca Italiana inizia a coniare il 20 cents di euro.  

31 Dicembre 1998 I ministri Ecofin (al pari dei tassi di conversione delle altre monete di Eurolandia) decidono i tassi di conversione tra l'Euro e le valute nazionali. Essi sono irrevocabilmente fissi e non possono subire oscillazioni, devono sempre essere usati con le sei cifre e non deve mai essere arrotondati o troncati.

1° Gennaio 1999 L'Unione Europea ha una moneta ufficiale: l'Euro. Nella prima fase verrà adottato da 11 Paesi su 15. Si può usare per tutti i pagamenti che non richiedono uso di contanti (assegni). I titoli di Stato vengono emessi esclusivamente in Euro.

1° Gennaio 2001 La Grecia entra nell'Unione monetaria. I Paesi di Eurolandia diventano 12. 

30 Agosto 2001 La Bce, Banca centrale europea presenta ufficialmente le nuove banconote espresse in euro. Vengono indicate le linee del piano di sicurezza per evitare le contraffazioni.

1° Settembre 2001In Italia parte la diffusione a banche e poste dell'euro. Inizia la Zecca con le monete, segue un mese dopo la Banca d'Italia con le banconote.

22-23 Settembre 2001 Sono state presentate ufficialmente le nuove monete metalliche durante l'Ecofin informale che si è svolto a Liegi, in Belgio.

15 dicembre 2001 Sono disponibili (nelle poste e dal 17 anche nelle banche), per tutti i consumatori, gli "starter kit" (un pacchetto di monete) di avvio che comprendono monete del valore complessivo di 25.000 Lire (12.91 €).

1° Gennaio 2002 L'Euro è la nuova moneta corrente dell'Unione monetaria, da oggi bilanci, fatture, contabilità, assegni, vengono espressi solo nella nuova  moneta. I conti correnti sono convertiti automaticamente e gratuitamente in Euro. Le monete e le banconote sono in circolazione parallelamente alle valute nazionali.

28 Febbraio 2002 Ultimo giorno della doppia circolazione. Le monete e banconote si possono cambiare presso gli sportelli delle Banche o delle poste o presso le filiali della Banca d'Italia. 

Dal 1° Marzo 2002 La lira non ha più corso legale.

1° Gennaio 2007 La Slovenia entra nell'Unione monetaria. I Paesi di Eurolandia diventano 13.

1° Gennaio 2008 Cipro e Malta entrano nell'Unione monetaria. I Paesi di Eurolandia diventano 15.

1° Gennaio 2009 La Slovacchia entra nell'Unione monetaria. I Paesi di Eurolandia diventano 16. 

1° Gennaio 2011 In Estonia inizia la circolazione dell'Euro.

6 Dicembre 2011 Fine del periodo in cui era ancora possibile convertire in Italia, gratuitamente, banconote e monete in lire presso tutte le filiali della Banca d'Italia (inizialmente la scadenza era stata fissata al 1° Marzo 2012).

1° Gennaio 2014 In Lettonia inizia la circolazione dell'Euro.

1° Gennaio 2015 In Lituania inizia la circolazione dell'Euro.

 

Se volete contattarci cliccate qui

(Se qualcosa fosse protetta da copyright segnalatecelo e noi provvederemo ad eliminarlo)