Home page

 
 
Seguici su
 
Home
Chi siamo
Costituzione Europea
Costituzione Italiana
Curiosità
Detti letti
Educazione alimentare
Esopo
Euro
Fedro
Formula 1
Frasi celebri
Giochi di carte
Lingue
Matematica
Modi di dire  
Musica
Promessi Sposi
Proverbi
Pulire senza fatica
Sondaggio
Sicurezza in casa
Totò disse e...scrisse
Trucchi per videogames e non...
Link

 

Sicurezza in soggiorno

 

 

Sebbene in soggiorno non si svolgono attività realmente pericolose esso è il luogo in cui si verifica un elevato numero di infortuni. L'occasione principale di rischio nasce proprio dall'incrocio di esigenze e comportamenti differenti dei vari membri della famiglia: i bambini giocano, intralciando il passo alle persone anziane, urtandole o facendole incespicare nei loro giocattoli; gli adulti al contrario svolgono attività di relax (lettura, televisione) allentando la necessaria sorveglianza sui più piccoli. Vediamo come migliorare la sicurezza in soggiorno.

Bambini e ragazzi giocando in soggiorno corrono notevoli rischi, poiché questo ambiente è arredato per soddisfare esigenze di "immagine" e non è certamente progettato ed attrezzato per ridurre i rischi di vivaci attività fisiche. Tendaggi, cordoni, imbottiti troppo "morbidoni" possono causare ad un bambino problemi di soffocamento o di strangolamento.

Gli anziani, che si muovono con minor scioltezza, sono spesso messi in difficoltà da soluzioni scelte solo perché architettonicamente piacevoli: spazi troppo aperti soprattutto se dotati di dislivelli come pedane e gradini intermedi, non offrono i necessari punti d appoggio e di riferimento. Una pavimentazione sbagliata può anch'essa essere di disturbo: differenze di superficie (ruvido e levigato), nette differenze di colore o eccessive variegature (marmo arabescato, moquette a disegni) possono ingannare l'occhio e  tappeti di scarsa aderenza possono creare inciampi.

Ampie finestre e porte-finestre che danno accesso a balconi e terrazze caratterizzano spesso il soggiorno. Per sicurezza esse devono essere di facile apertura e accesso e perennemente spalancate durante la bella stagione; non deve esserci inoltre alcun impedimento al trasporto di sedie e tavolini sul balcone e sul terrazzo. Purtroppo, per queste ragioni, il rischio di caduta dei bambini incustoditi e degli anziani è qui più grave che nelle camere a loro destinate, dove le finestre sono provviste di dispositivi di chiusura di sicurezza e l'accesso ai balconi è impedito a chi non è in grado di vigilare su se stesso.

Elementi collegati all'impianto elettrico, quali lampade a stelo e da tavolo, apparecchi radiotelevisivi e impianti stereo (in genere collocati nel soggiorno) comportano rischi di elettrocuzione, di corto circuito e di incendio. Ognuno di questi oggetti possiede proprie potenzialità di rischio, accresciute dal frequente uso di prese multiple alle quali si collegano i fili di diversi apparecchi. I collegamenti volanti con prese multiple sono particolarmente pericolosi perché costituiscono un punto di sovraccarico di corrente col rischio di scintille o fiammate e quindi di incendio.

Un incendio può essere innescato da molte altre circostanze, tra le più frequenti sono la sigaretta abbandonata tra le dita di chi si gode in pisolino in poltrona o una scintilla scagliata dalle braci del caminetto. E' possibile inoltre che i bambini approfittano di una scatoletta di fiammiferi abbandonata a loro disposizione.

I materiali infiammabili - tendaggi, arredi, ceste, giornali, libri - con i quali il soggiorno è arredato alimentano rapidamente anche il più piccolo principio di incendio. Quasi peggio dei materiali infiammabili sono i i materiali autoestinguenti come gli imbottiti, gli isolanti, la moquette, la plastica che in caso di incendio possono emettere gas tossici con gravi conseguenze.

La cucina aperta sul soggiorno, il cosiddetto angolo cottura, è assolutamente sconsigliata sia sul piano della sicurezza - per l'ancor maggiore pericolo di incendio e la grande confusione e intralcio reciproco tra coloro che godono delle attività ricreative e di relax del soggiorno e coloro che si occupano di preparare i pasti in cucina - sia sul piano della salubrità.

CONSIGLI DI ARREDAMENTO

Una casa molto addobbata è più pericolosa di una casa arredata in maniera semplice ed essenziale.

Questo principio vale innanzitutto per il soggiorno un ambiente che, per ragioni estetiche e "di rappresentanza", spesso viene sovraccaricato di elementi decorativi ma non per questo dobbiamo mettere da parte la sicurezza. Se l'ambiente è vissuto e utilizzato da persone anziane o da bambini, allora la semplicità diventa una vera e propria necessità. È importante che la pavimentazione, il mobilio, gli imbottiti e i tendaggi non offrano alcuna occasione di incespicamenti, impigli, urti e strangolamenti.

Mobili solidi, pesanti e difficili da spostare sono consigliabili per scoraggiare ogni tentativo di allestire scalette improvvisate. Le sedie dovrebbero avere sedile antisfondamento e gambe di forma, sezione e posizione tali da sopportare anche un carico in movimento e sbilanciato. I tavoli devono poter sopportare, senza ribaltarsi né inflettersi, il carico della sedia e di chi vi è salito sopra.

I materiali vanno scelti con particolare attenzione. È importante che tendaggi, moquettes, tessuti e soprattutto imbottiture siano antincendio e, se attaccati dal fuoco, non producano fumi tossici. Cotone, lana e fibre vegetali sono materiali sicuri; per quel che riguarda i materiali sintetici è necessario informarsi sulla loro reazione al fuoco.

 

Se volete contattarci cliccate qui

(Se qualcosa fosse protetta da copyright segnalatecelo e noi provvederemo ad eliminarlo)