Home page

 
 
Seguici su
 
Home
Chi siamo
Costituzione Europea
Costituzione Italiana
Curiosità
Detti letti
Educazione alimentare
Esopo
Euro
Fedro
Formula 1
Frasi celebri
Giochi di carte
Lingue
Matematica
Modi di dire  
Musica
Promessi Sposi
Proverbi
Pulire senza fatica
Sondaggio
Sicurezza in casa
Totò disse e...scrisse
Trucchi per videogames e non...
Link

 

Pareti, porte e finestre

 

 

Basta una spolverata di tanto in tanto con una scopa avvolta in uno straccio morbido e pulito (da cambiare man mano che si sporca) oppure con l'apposito attrezzo dell'aspirapolvere per mantenere pulita a lungo le pareti di casa. Ma alcuni punti, nonostante tutte le attenzioni, risultano particolarmente soggetti a sporcarsi. Si tratta soprattutto delle zone intorno agli interruttori, accanto ai caloriferi, alle mensole. E' li che si deve intervenire più spesso, evitando di fare accumulare lo sporco. Quando però la situazione appare critica, molto meglio una ritinteggiatura o il cambio della tappezzeria piuttosto che un lavoro pasticciato che peggiora la situazione.

Tinteggiatura

bullet

Le macchie e i segni neri del radiatore, su idropitture si tipo smacchiabile e superlavabile, si eliminano usando sapone neutro (quelle denominate lavabile non si possono smacchiare). Si impregna una spugnetta e si sfrega leggermente su quelle superlavabili, con più forza sulle smacchiabili.

bullet

Anche la finitura a stucco e l'encausto si puliscono con il sapone neutro.

bullet

Per coprire macchie difficili, come grasso, inchiostro, fuliggine, umidità su tinteggiatura a tempera o idropitture, si spruzza un apposito prodotto coprente. Dopo mezz'ora si può ridipingere il muro senza che le macchie riaffiorino.

bullet

Le macchie di muffa in bagno, cucina, lavanderia, cantina, si tolgono spruzzandovi un detergente specifico, da strofinare leggermente con una spugna umido per asportare le particelle nere. Se necessario si ripete il trattamento.

Pulire la tappezzeria

bullet

Su quella di carta si possono asportare solo le ditate e i segni neri dei radiatori. Con una speciale spugna da sfregare.

bullet

Le macchie localizzate sulle viniliche si tolgono con sapone neutro (tipo Sapone di Marsiglia) oppure con poco detersivo multiuso con ammoniaca (evitando le giunte), da sciacquare.

bullet

I tessuti si smacchiano con shampoo a secco per moquette. Meglio fare uno prova in un punto nascosto.

Macchie di unto: se capita di spruzzare la tappezzeria con un prodotto umido, coprire la macchia con carta assorbente e passare un ferro da stiro tiepido cambiando la carta fino a quando l'unto sarà completamente assorbito.

Lavare porte e finestre

Stipiti e telai delle porte vanno spolverati e puliti con uno straccio umido, insistendo sui punti più sporchi (di solito vicino la maniglia). Di tanto in tanto necessitano una pulizia a fondo.

bullet

Vanno lavate dal basso verso l'alto e asciugate invece al contrario.

bullet

Se sono di legno verniciato, usare un prodotto specifico ad acqua e ammoniaca per lo sporco più ostinato; se di legno neutrale, si puliscono con creme che danno anche lucentezza. In alternativa olio rosso o cera vergine da fare asciugare un paio di giorni prima di lucidare.

bullet

Se sono bianche, acqua tiepida con un po’ di Sapone Marsiglia, oppure acqua con un cucchiaio di bicarbonato per ogni litro; sciacquare bene.

bullet

Se sono di alluminio, si passano con lo straccio inumidito di detergente per  vetri, o con un prodotto specifico.

bullet

Se in PVC, acqua tiepida con Sapone di Marsiglia. Passare un po’ di cera da pavimenti oppure olio di lino e alcol (due parti su  una) sull'esterno degli infissi in legno: servirà a proteggerli dagli effetti dannosi degli agenti esterni.

I vetri non vanno lavati in pieno sole ma scegliendo le giornate più umide; in alternativa ai prodotti specifici si può usare acqua e ammoniaca oppure aceto; asciugare bene con pelle di daino.

 

 

Se volete contattarci cliccate qui

(Se qualcosa fosse protetta da copyright segnalatecelo e noi provvederemo ad eliminarlo)