Home page

 
 
Seguici su
 
Home
Chi siamo
Costituzione Europea
Costituzione Italiana
Curiosità
Detti letti
Educazione alimentare
Esopo
Euro
Fedro
Formula 1
Frasi celebri
Giochi di carte
Lingue
Matematica
Modi di dire  
Musica
Promessi Sposi
Proverbi
Pulire senza fatica
Sondaggio
Sicurezza in casa
Totò disse e...scrisse
Trucchi per videogames e non...
Link

 

 

Divertiamoci con il computer... degli altri

 

Scherzi al computer: anche gli scherzi si adeguano al progresso tecnologico! Se un vostro amico, familiare o anche conoscente capisce poco di computer, basterà alterare qualche parametro del suo pc per  causare qualche comportamento strano e divertirvi a vedergli fare i più assurdi tentativi per risolvere la situazione, quando basterebbero pochi clic per ripristinare il tutto. Quelli che riportiamo sono solo alcuni esempi di scherzi, ma l'unico limite è la vostra fantasia...

 

bulletDesktop bloccato

Per questo scherzo è necessario accedere per qualche minuto al computer "della vittima", inoltre è opportuno che sul suo desktop ci siano poche icone e che la barra delle applicazioni sia mantenuta sempre visibile. Ecco come procedere: riducete a icona tutti i programmi aperti e create un'immagine del desktop premendo il tasto PRT SCRN (o STAMPA), aprire un programma di  grafica (come Paint) selezionare "Incolla" e salvare l'immagine così creata. Spostate, ora, altrove tutte le icone che ci sono sul desktop; per semplicità potete anche semplicemente selezionarle tutte e trascinarle fuori dai bordi del monitor. Fate clic sulla barra delle applicazioni, selezionate "Proprietà" e mettete il segno di spunta sulla casella "Nascondi automaticamente". Infine, fate clic col tasto destro in un punto qualsiasi del desktop, selezionate "Personalizza/ Sfondo del desktop", e scegliete come sfondo proprio l'immagine appena creata. Il risultato sarà un computer in apparenza identico a prima. Solo che la barra delle applicazioni e le icone non saranno reali, ma solo disegni sullo sfondo. Divertitevi a vedere la vittima che fa clic disperatamente ovunque, senza ottenere alcun risultato... neppure riavviando il PC!

 

bullet

Le schermate blu della morte

In gergo informatico "Blue Screen of Death" (Schermata blu della morte) si definiscono quei messaggi di errore che segnalano la totale incapacità di Windows di affrontare il problema e che appaiono, appunto, in lettere bianche su un minaccioso sfondo blu. L’apparizione di una simile schermata significa di solito che tutto il proprio lavoro è andato perso senza alcuna possibilità di salvare i file in uso o di far qualcosa per limitare i danni.

Lo scherzo consiste nell'inserire finte schermate blu nel computer della vittima. Il modo migliore per farlo è usare un salvaschermo. Se sul computer è presente uno di quei screensaver che mostrano fotografie è ancora più facile. Le immagini delle schermate blu ve le potete procurare su Internet (basta digitare "blue screen" su Google) e sostituirle alle foto dello screensaver. Se siete particolarmente pigri, esiste addirittura un salvaschermo "ufficiale" di Microsoft basato sulle schermate blu (potete scaricarlo da http://download.sysinternals.com/Files/BlueScreen.zip ), e ne esistono anche numerose imitazioni, anche italiane. Più che con i novellini, lo scherzo riesce meglio con persone che usano il computer da anni e hanno ben vivo il ricordo di giornate di lavoro perse a causa dello "schermo della morte"...

 

bullet

Monitor capovolto

Quasi tutte le schede grafiche hanno oggi la possibilità di ruotare lo schermo per applicazioni particolari. Accedete alle impostazioni avanzate della scheda grafica (le modalità di accesso variano a seconda della scheda), fate clic con il tasto destro sullo sfondo del desktop e selezionate la voce di menu che porta al pannello di controllo della scheda (se presente), altrimenti selezionate Personalizza/Impostazioni schermo, cercate il pulsante per le impostazioni avanzate e poi la schermata che permette di ruotare lo schermo. Scegliete una bella rotazione di 180°, e date l'OK. Da quel momento, tutto nel computer apparirà a testa in giù; anche riavviare il computer non cambierà le cose.

 

bullet

Correzione automatica

Word, il più diffuso programma di videoscrittura, ha una funzione di correzione automatica che sostituisce parole considerate errate con altre considerate giuste. Già questa funzione è capace di giocare da sola notevoli scherzi agli utenti (come sa chiunque si ritrovi costantemente il cognome storpiato perché appare negli elenchi del correttore ortografico di Word). Possiamo aiutarla a fare di peggio. Aprite Word, accedete al menu della correzione ortografica (Opzioni di Word/Strumenti di correzione/Opzioni correzione automatica) e suggerite alcune correzioni interessanti. Per esempio, fate in modo che il nome del proprietario del computer venga ogni volta sostituito con "Tarzan", e che alcune delle parole che usa maggiormente vengano sostituite con termini come "banana", "giungla", "scimmia", "liana"e così via.

 

bullet

Un computer poliglotta

Uno scherzo abbastanza innocuo può essere quello di alterare le impostazioni relative alla lingua dei vari programmi. La vostra vittima si trova all'improvviso le parole sul monitor tradotte in modo incomprensibile. Le opportunità sono tantissime, ma forse la migliore è quella offerta da Google: facendo clic sul link Preferenze, avrete la possibilità di tradurre automaticamente parole sullo schermo nelle lingue più strane, comprese alcune di fantasia come il Klingon (la lingua degli alieni cattivi di StarTrek) o la lingua dei pirati. Purtroppo Google offre sempre un link chi permette di tornare rapidamente alla lingua nazionale.

 

bullet

Tastiera capricciosa

Sulla barra delle applicazioni, in basso a destra, solitamente esiste la possibilità di passare dalla disposizione dei tasti italiana a una delle altre memorizzate sul vostro computer, per esempio quella statunitense. Il "danno" che si può fare in questo modo è però limitato: solo le lettere accentate e alcuni simboli saranno diversi rispetto a quelli attesi. Potete fare di molto peggio installando un digramma come Key Extender (scaricabile da www.softpedia.com/get/Others/Miscellaneous/Key-Extender.shtml ) che permette di modificare completamente la funzione di ogni tasto.

 

bullet

Topo mutante

Uno scherzo relativamente innocuo è quello di modificare i settaggi relativi al mouse. Andate al Pannello di controllo e fate clic alla voce Mouse: avrete libero accesso ai parametri del mouse. Potete regolare il movimento del puntatore in modo che sia estremamente lento o estremamente veloce, invertire il funzionamento dei tasti, o selezionare come puntatore una banana o un dinosauro al posto della solita freccia.

 

bullet

Strani suoni

Un altro scherzo poco invasivo consiste nel modificare i suoni associati alle varie funzioni del computer. Aprite il Pannello di controllo e andate alla voce Suoni (in Windows Vista occorre prima scegliere "Personalizzazione"). Qui troverete l'elenco di tutti i suoni emessi da Windows. Facendo clic su ognuno, e poi sul pulsante Sfoglia, potrete scegliere un suono diverso da associare a quel tipo di evento. Ovviamente lo scherzo riuscirà meglio se, invece di limitarvi a sfruttare i suoni preesistenti, introdurrete nel computer dei file , MP3 o WAV) creati ad hoc. (inno della squadra di calcio avversaria per ogni volta che accende il computer, o una pernacchia ogni volta che apre una finestra. Per rimettere rapidamente le cose a posto basterà richiamare nella stessa finestra la configurazione predefinita di Windows.

 

bullet

Avvio veloce ma sbagliato

Nella barra delle applicazioni, in basso a sinistra, ci sono una serie di icone che permettono di avviare i programmi più usati con un solo clic. Voi potete cambiarne la destinazione in modo da renderli più... interessanti. Fate clic destro sull'icona, selezionate Proprietà e, alla voce Destinazione, sostituite l'indirizzo del programma con quello di un software diverso, di un file o di un sito Web. Ovviamente la scelta va fatta in modo da risultare più fastidiosa e imbarazzante possibile...

 

bullet

Scambio di identità

Questo è uno scherzo tra i più semplici da mettere in pratica e potenzialmente tra i più devastanti. Tutti noi quando riceviamo una e-mail, diamo per scontato che il mittente sia colui al quale corrisponde l'indirizzo di posta elettronica riportato in cima al messaggio. Ebbene, pochi si rendono conto che in realtà tale indirizzo può essere cambiato a piacere! È possibile perciò scrivere una e-mail fingendosi qualcun altro avendo cura di scegliere la giusta identità e di non scrivere un testo inverosimile. Il modo per mettere in pratica questo scherzo varia leggermente, a seconda del programma di posta usato. Per questo esempio useremo Thunderbird.

1. All'interno di Thunderbird, andate nel menu Strumenti/Impostazioni account. Selezionate la voce principale dell'account di posta che usate normalmente. Alle voci Nome e "Indirizzo e-mail", dove normalmente sono indicati il vostro nome e il vostro indirizzo e-mail reali, scrivete il nome e l'indirizzo della persona per cui volete spacciarvi.

2. Fate clic su OK, e il gioco è fatto: potrete scrivere e-mail che appariranno inviate da un'altra persona. Avete due scelte. Potete usare un indirizzo reale e quindi la risposta dei destinatario andrà al vero proprietario dell'indirizzo. Oppure potete usare un indirizzo di fantasia; in questo secondo caso l'eventuale risposta risulterà inviata ad un indirizzo sconosciuto e lo scherzo verrà svelato. In alternativa, potete scrivere il vostro indirizzo personale nella casella "Indirizzo per risposte" cosicché la risposta del destinatario verrà indirizzata a voi.

Se decidete di mettere in pratica questo scherzo non superate i confini di una bonaria presa in giro; spacciarsi per qualcun altro senza porsi limiti può avere conseguenze pesanti e sconfinare anche nel reato di millantato credito o sostituzione di persona. Tenete conto, inoltre, che basta controllare alcuni parametri per identificare facilmente il vero autore della finta e-mail.

 

bullet

Finto riconoscimento vocale

Variante dello scherzo "Scambio di identità". Anche in questo caso avrete installato una tastiera wireless che verrà manovrata da qualcuno (possibilmente un abile e veloce dattilografo) a una certa distanza. Dite alla vittima di avere installato sul computer un programma di riconoscimento vocale, ed esortatela a provarlo porgendogli il microfono. In realtà sarà chi manovra la tastiera a trascrivere (naturalmente storpiate) le frasi dettate dalla vittima.

 

bullet

Vedo, prevedo e stravedo

Se sul computer è installata una Web cam, avete la possibilità di impadronirvene e tenere sotto controllo il proprietario a sua insaputa. È sufficiente istallare sul computer uno dei tanti software di sorveglianza per Web cam, per esempio Web cam Monitor (scaricabile da www.deskshare.com). Questi programmi permettono di trasmettere via rete le immagini della Web cam, e quindi di spiare (anche a grande distanza) il suo proprietario. Potrete fargli credere di avere poteri paranormali, "indovinando" quello che sta facendo. Attenzione, anche in questo caso, a non superare i confini dello scherzo, è illegale la sorveglianza video delle persone a loro insaputa.

 

bullet

Non cliccate quell'icona

Ecco un altro scherzo di sicuro effetto: creare un'icona allettante che, al primo clic, farà spegnere il computer della vittima. Fate clic destro sul desktop e scegliete Nuovo/Collegamento. Come percorso per il collegamento, scrivete C:\windows\system32\shutdown.exe -s . Fate clic su "Avanti" e su "Fine". Sul desktop appare una nuova icona. Se vi fate clic sopra, farà  spegnere subito il computer. Ora dovrete "truccarla" affinché la sua funzione non sia evidente. Per prima cosa cambiatele nome, poi fateci clic sopra col tasto destro, scegliete "Proprietà", fate clic su "Cambia icona" e sceglietene una allettante. Lasciate l'icona in bella vista sul desktop, e attendete che l'ignara vittima ci dicchi sopra e spenga da sola il computer. Questo scherzo purtroppo non funziona con Windows Vista, dove verrà comunque chiesta una conferma prima di spegnere tutto.

 

bullet

Topo azzoppato

Scherzo da fare "al volo" ad amici e colleghi che usano un mouse ottico.  Mettete un pezzetto di scotch sotto il mouse in modo da coprire il sensore. Questo dovrebbe essere sufficiente perché lo strumento cessi completamente di funzionare, oppure lo faccia in maniera erratica e imprevedibile. Eventualmente può essere necessario colorare di nero con un pennarello la faccia esterna dello scotch. È probabile che, prima dì scoprire la causa del malfunzionamento, la vostra vittima passi mezz'ora a riavviare il computer e a controllare che il cavo sia ben inserito...

 

Se volete contattarci cliccate qui

(Se qualcosa fosse protetta da copyright segnalatecelo e noi provvederemo ad eliminarlo)